top of page

avverbi, che dilemma


Gli avverbi esprimono il modo in cui accadono le cose, ma non sempre sono necessari.


Possono trasformare una frase noiosa in una ricca di emozioni e dettagli visualizzabili.


Gli avverbi più forti sono quelli che creano immagini vivide nella mente del lettore, ma...


Evita di utilizzare avverbi generici come "molto" o "bene". Opta invece per parole specifiche che dipingono un quadro dettagliato.


Esempio: "Corre veloce" diventa "Corre sfrecciando" oppure puoi mostrare subito l’azione con il verbo “Sfreccia”, che significa già “Corre veloce”.

Usare troppi avverbi può appesantire il testo.

Ricorda: meno è spesso di più!


Sceglili con saggezza e utilizzali solo quando è necessario per enfatizzare un'idea o un'azione.


Esempio: "Parlava piuttosto rumorosamente" diventa "Parlava a voce alta".


Evita di ripetere gli stessi avverbi più volte in una frase o in un paragrafo.


Inoltre, quelli che finiscono in -mente, sono da evitare il più possibile perché rendono la letturafastidiosamente fastidiosa!


Esempio: "Camminava lentamente, guardando attentamente intorno a sé" diventa "Camminava con passo felpato, scrutando con occhi vigili l'ambiente circostante". “Camminava lentamente” può essere anche un semplice e conciso “Passeggiava”.

Ricorda, gli avverbi sono utili alle descrizioni ma ci sono tanti modi per rendere la stessa idea mostrando ciò che accade. Sceglili con cura, posizionali strategicamente e dosali con attenzione. Sperimenta e gioca con le parole per creare un effetto magico nel cuore dei tuoi lettori!




1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Komentáře

Hodnoceno 0 z 5 hvězdiček.
Zatím žádné hodnocení

Přidejte hodnocení
bottom of page